Il nuovo design di ITALO con ITALO EVO, la novità in casa NTV e l'estensione del servizio.

Treni

Ntv torna in gioco con il suo nuovo design per i treni Italo Evo, denominati ETR 675. Il lancio è stato annunciato già qualche anno fa, ma solo adesso si sta per concretizzare l'opportunità di usufruire dei suoi servizi, valutando allo stesso tempo le comodità. I primi quattro treni, infatti, verranno utilizzati per la prima volta a Dicembre 2017, solo successivamente verrà aggiunto un treno al mese per arrivare alla fornitura completa entro luglio-agosto 2018. La prima tratta interesserà l'asse dei treni Napoli Venezia, oltre al collegamento dei treni Torino Venezia. In seguito verranno  aggiunte nuove assi attualmente ancora in fase di studio e sviluppo.


Il nuovo treno ad alta velocità di NTV presenta varie caratteristiche differenti dai suoi predecessori ATV 575 e ETR. 600, partendo innanzitutto dal design della parte frontale dato che il parabrezza sarà attaccato direttamente alla struttura metallica dell'intero vagone. Questo pendolino può raggiungere una velocità massima di 250 km/h sia sulle linee ad alta velocità che su quelle di rete tradizionale. Ciò permetterà alla compagnia Italo di mantenere i suoi standard di un treno ogni 30 minuti nelle ore di punta, consentendo allo stesso tempo ai passeggeri di arrivare da una parte all'altra dell'Italia in poche ore.
Per quanto riguarda la lunghezza, il nuovo EVO sarà meno lungo dell'ATV 575 comprendendo, però, due carrelli in più. Anche i posti a sedere sono stati aumentati, in quanto ne risultano 480 da suddividere in 4 ambienti, i quali rispecchiano i tipici ambienti dei treni Italo. Ciò è stato possibile solo eliminando le porte di salita dei macchinisti, diminuendo i comfort degli stessi. Ntv, dunque, ripropone la sua tipica ristorazione offerta da dispositivi self service, eliminando la zona bar con il personale di bordo. Inoltre, ogni ambiente possiede un proprio distributore automatico con numerose toilette, incluse quelle per persone con mobilità ridotta. Le poltrone saranno simili a quelle già in uso sugli AGV e, nonostante non siano state ancora rilasciate delle anteprime che ce le mostrino, saranno in pelle fornita da Italpelle. La disposizione interna di queste poltrone rimarrà la stessa degli altri pendolini di Italo. Per quanto riguarda l'esterno, inoltre, il colore rimarrà lo stesso, aggiungendo semplicemente una tonalità in più.


I treni verranno completamente prodotti nel sito di Savigliano ed in tutto ne saranno dodici, mentre la manutenzione è stata affidata al sito di Nola. Il lavoro è stato iniziato nel maggio del 2016, ma già il primo treno ha visto la luce a gennaio 2017, comprendendo tutte le prove e i test da effettuare. Ciò ha permesso ai tecnici di apportare delle modifiche, evitando così eventuali ritardi. Conseguentemente a ciò, il treno ha ottenuto il certificato AMIS, ovvero l'Autorizzazione di Messa in Servizio, rilasciato dall'ANSF.


La messa in servizio di questi nuovi pendolini consentirà un miglioramento dei servizi ferroviari di NTV, oltre che una riorganizzazione delle tratte percorse dai predecessori AGV 575 al fine di poter sfruttare al meglio la loro capacità di poter raggiungere la velocità di 300 km/h. Questo nuovo progetto, dunque, non ha portato che vantaggi dato che consentirà l'assunzione di 160 persone destinate ad essere personale di bordo e di terra, oltre che 45 nuovi macchinisti già in fase di formazione. Inoltre, NTV vedrà un aumento della propria produttività già nell'anno 2018, aumentando i propri incassi del 45% circa. 


Tutto ciò, riassunto in poche parole, non farà altro che aumentare la concorrenza nei confronti del proprio rivale diretto Trenitalia, dato che le intenzioni di Italo sono quelle di accedere a destinazioni finora trattate solo dal suddetto concorrente.